Close

Educazione del cane: conosciamo gli obiettivi

Una teoria difficile ed affascinante

Quando si parla di educazione del cane si rischia spesso di incappare in un errore comune e diffuso.

Sono in molti infatti a credere che il termine educazione venga usato come sinonimo di addestramento.

Gli esperti del settore, però, conoscono bene la differenza e si trovano spesso a dover precisare che le due parole si riferiscono ad azioni e procedure sostanzialmente diverse tra loro.

Educare il cane significa di fatto permettere al fedele amico dell’uomo di sviluppare tutta una serie di facoltà, utili all’animale per integrarsi al meglio nella vita domestica e nella società.

Al contrario, attraverso l’addestramento il cane acquisisce la capacità di eseguire determinati e specifici movimenti o abilità, sotto suggerimento dell’addestratore che è colui che da il comando.

Per avere dimestichezza con entrambe le attività e capire qual è la procedura più adatta ai bisogni del proprio cane, i professionisti dell’Allevamento del Cigno Bianco, situato in Via Santa Maria dei Campi n. 52, a Travagliato (BS), sono sempre a disposizione del cliente per ogni spiegazione e chiarimento.

Tutta una questione di regole sociali

Da quanto detto in precedenza si può tranquillamente trarre la conclusione che l’educazione del cane nasca in risposta alla necessità di abituare l’animale a seguire alcune regole sociali.

Di fatto, in questo modo si avrà la possibilità di inserire il cane nel contesto sociale di riferimento, permettendo al padrone di portarlo con sé in diverse occasioni.

Al tempo stesso, una buona educazione faciliterà di molto anche la vita familiare e domestica, poiché il cane avrà imparato a convivere con gli umani rispettandone gli spazi.

Perché si riesca a trasmettere all’animale l’importanza del rispetto delle regole di convivenza, però, è fondamentale calibrare la relazione emotiva ed il legame che unisce cucciolo e padrone.

Gli estremi, infatti, da un eccesso all’altro possono portare allo squilibrio del rapporto ed al conseguente fallimento dell’educazione del cane.

Per raggiungere gli obiettivi è bene che il cane comprenda l’autorità, senza percepirla come minacciosa.

Il sistema maggiormente utilizzato è proprio quello della motivazione che spinge il cane ad agire per ottenere una gratificazione o un premio.

Completato il procedimento di educazione, il cane sarà perfettamente in grado di convivere con l’uomo in maniera serena.

La creazione di un legame

Un altro importantissimo obiettivo, che spinge i proprietari a dedicare tempo ed energie all’educazione dei cani è, invece, di tipo affettivo e psicologico.

Se da un lato, infatti, educare l’animale significa garantirsi una tranquilla vita domestica, dall’altro il percorso educativo può dare enormi soddisfazioni dal punto di vista dell’affiatamento.

I diversi esercizi, studiati per generare nel cane quel sentimento di motivazione poc’anzi analizzato, hanno il potere di generare un forte legame, tale da ottenere la totale collaborazione dell’animale.

L’empatia sviluppata durante il periodo educativo, dunque, rappresenta delle solide basi future, le fondamenta che ospiteranno tutti i preziosi momenti che verranno.

Ovviamente, sarà più facile creare il legame in questione se il cane è ancora cucciolo.

Una buona educazione, inoltre, si rivela senza dubbio la partenza perfetta per poter alzare l’asticella e provare tecniche ed esercizi per l’addestramento.

I comandi di educazione di base, infatti, consentono al cane di sviluppare rapidamente il proprio apparato psicomotorio.

Da ultimo, ma non meno importante, è giusto evidenziare che l’educazione dei cani non ha effetti solo sugli amici a quattro zampe.

Grazie a tale attività anche i proprietari verranno messi nelle condizioni di acquisire un bagaglio di conoscenze utili a comprendere al meglio il cane ed i suoi bisogni, così da intervenire, nel modo corretto, ogni volta che il caso lo richiede.

Per saperne di più sull’argomento, affidati agli esperti dell’Allevamento del Cigno Bianco.

Scrivi all’indirizzo mail fabianabertoloni@gmail.com o chiama il numero 392/5252396 per metterti in diretto contatto con i professionisti del settore.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Dal nostro Blog